Lava la tua maglietta come la laverebbe tua nonna.

Bypasso la generazione delle mamme, non me ne vogliano, solo perché le nostre nonne non avevano a disposizione tutti i detersivi chimici di oggi.

Il lavaggio dei panni era un evento da condividere. Si andava insieme al fiume oppure nelle "lavanderie" di paese dove i corsi d'acqua erano naturali lavatrici, armate di saponi naturali oppure di cenere mescolata ad acqua, si cantava tutte insieme al ritmo dello sfregamento dei panni.

Chissà che profumo i panni stesi al vento e al sole.

Romanticismo a parte, consiglio a tutte di tornare un po' alle origini, alla ricerca di detersivi naturali che non nuocciano né all'ambiente né alla nostra pelle e nemmeno agli stessi tessuti, ma che conservino il tutto al meglio.

Utilizziamo pure la magica lavatrice, che io stessa adoro, ma con lavaggi ad acqua fredda e a tempi ridotti.

Un lavaggio a 30 gradi per 30 minuti manterrà i colori e le fibre in ottimo stato per molto tempo, per poter indossare spesso la nostra maglietta preferita.

Lava la tua maglietta al rovescio e quando sarà asciutta stirala sempre al rovescio, evitando di sostare troppo sulla stampa con il calore del ferro. 

SEGUICI
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Pinterest Icon
  • Grey Instagram Icon

© 2020 ReImmagina. All rights reserved | p.iva 02544360205 | REA MN-261820

0